Tempo di ascolto: 41:4

“Elezione in stallo totale? Sarebbe un ottimo segnale per il popolo” – P. Borgognone M.Brandi

Giovedì e altra (prevedibilissima) fumata nera. Il centrodestra si è astenuto ma i 166 voti a Mattarella costituiscono un segnale importante. Domani secondo tutti gli indicatori sarà la giornata decisiva. La grave e pericolosa situazione internazionale, per di più alle nostre porte, potrebbe ulteriormente agevolare l’elezione di un presidente ultra-atlantista, una figura di provata e […]

Pubblicato ilJanuary 27, 2022 19:15

Giovedì e altra (prevedibilissima) fumata nera. Il centrodestra si è astenuto ma i 166 voti a Mattarella costituiscono un segnale importante. Domani secondo tutti gli indicatori sarà la giornata decisiva. La grave e pericolosa situazione internazionale, per di più alle nostre porte, potrebbe ulteriormente agevolare l’elezione di un presidente ultra-atlantista, una figura di provata e totale dedizione – appunto – alla NATO; una figura in questo senso oltre Draghi stesso. Una disamina ad ampio raggio sulla situazione attuale, ospiti MATTEO BRANDI autore, copywriter, appartenente alla segreteria di “Pro Italia” e PAOLO BORGOGNONE storico, scrittore. Conduce CARLO SAVEGNAGO

Potrebbe interessarti anche